Editor's Rating

GIULIANOVA – Dopo la sospensione imposta dalla pandemia, l’ Amministrazione comunale ed i quartieri  cittadini riprendono il “discorso” giĂ  avviato  due anni fa e ripropongono il “Canevale Giuliese”. Si terrĂ  infatti giovedĂŹ 21 luglio in centro storico e sabato 23 al Lido, una versione estiva dell’ evento del febbraio 2020,  che avrĂ , per forza di cose, una valenza non solo aggregativa ma anche turistica. Hanno illustrato questa mattina il programma di massima ( i dettagli, Ăš stato detto, saranno resi noti strada facendo) gli assessori Marco Di Carlo e Paolo Giorgini, il presidente del comitato che tecnicamente coordina l’allestimento dei carri, Fabio Raschiatore, i rappresentanti dei quartieri ( Pietro D’Ilio e Tullio Santi per il Lido, Ivan Cipolloni e Stefano Di Berardino per l’Annunziata, Attilio Solipaca per il centro storico, Marco Michini e Mirko Tarquini per Colleranesco, Francesco Galiffa e Sabrina Masciangelo per Villa Pozzoni, Matteo Marini e Daniele Onzo per Case di Trento). Daniele Panichi Ăš il direttore artistico. ” Manteniamo una promessa – ha sottolineato Marco Di Carlo – Con il “Carnevale giuliese” torniamo a far vivere una tradizione che, per una serie di ragioni,  era andata persa. Riaccendiamo una fiamma, dunque, dopo aver constatato l’entusiasmo che giĂ  due anni fa aveva accompagnato i preparativi dei carri e la sfilata. SarĂ  una grande occasione per la cittĂ  e per il turismo, un’ opportunitĂ  per i commercianti, un momento di coesione per i quartieri. Oggi, con soddisfazione,  ufficializziamo la manifestazione e diamo il via, sostanzialmente, alle attivitĂ  del comitato”. ” Nessuna connotazione o finalitĂ  politica – puntualizza Fabio Raschiatore – Il Carnevale appartiene ai giuliesi ed il comitato punta, soprattutto, a dare continuitĂ  all’iniziativa. Ci impegniamo oggi, infatti, con la volontĂ  di  proseguire e di crescere nel tempo.  Non sarĂ  una competizione, dal momento che riteniamo che  decretare un vincitore non favorirebbe lo spirito di amicizia e collaborazione tra i quartieri. SarĂ  una festa, una grande festa estiva, per la cui riuscita in tanti avranno fatto la loro parte.” Conferma lo spirito del Carnevale anche l’assessore Giorgini. “Riprendiamo dove avevamo lasciato – dice – L’ Amministrazione punta con convinzione alla rinascita del Carnevale che coinvolgerĂ  centinaia di cittadini e che darĂ  soddisfazioni, sia nella sua veste vacanziera che in quella canonica, di pieno inverno”.