“Ho letto il comunicato del Dott. Roberto Ciccocelli sui parcheggi rosa– dichiara il Sindaco di Giulianova Francesco Mastromauro– con piacere misto a stupore.

Non può che far piacere in quanto le parole del Consigliere Comunale, peraltro precedute da quelle di alcuni mesi fa del Consigliere Gianluca Antelli, confermano che cresce la sensibilità verso iniziative di grande senso civico e tese a facilitare la vita delle donne in attesa e delle neo mamme. Ma non posso nascondere lo stupore in quanto il 6 aprile scorso l’Assessore Forcellese, in una trasmissione di una emittente radiofonica cittadina e il giorno successivo in un programma televisivo, spiegando le motivazioni che hanno portato l’Amministrazione Comunale all’istituzione dei parcheggi a pagamento (al momento ancora sulla carta) in alcune zone della città, aveva manifestato la ferma volontà dell’Amministrazione stessa di realizzare dei parcheggi rosa e di consentire, nelle zone a pagamento, la sosta a titolo gratuito alle neo mamme ed alle donne in gravidanza”.

“Presto saranno istituiti dei parcheggi– prosegue l’Assessore Archimede Forcellese – dislocati in varie zone di interesse della città, riservati alle mamme con prole neonatale ed alle donne in dolce attesa. Ma consentiremo loro anche la sosta gratuita nei parcheggi a pagamento, così come già previsto per i veicoli al servizio di persone munite di apposito contrassegno invalidi. È bene ricordare, a proposito di questi ultimi, come la legge non preveda facilitazioni nelle zone a pagamento e come in tante città la sosta sulle strisce blu dei diversamente abili non sia gratuita. Noi invece abbiamo voluto dare questo importante messaggio. Tornando ai parcheggi rosa, di concerto con l’Assessore al Bilancio Marcello Mellozzi, i Dirigenti competenti e la Polizia Municipale, stiamo predisponendo una delibera per l’individuazione di stalli di sosta riservati e per l’istituzione del contrassegno identificativo temporaneo per le donne in stato di gravidanza o con prole neonatale, delibera che, una volta sottoposta al vaglio della maggioranza, permetterà l’attuazione di una iniziativa attenta alle problematiche delle mamme”.